Possiamo incontrarci per valutare se c’è necessità di effettuare una delle seguenti terapie, di cui sono esperta:

  • TERAPIA PSICHIATRICA DELL’ ADULTO
    dopo un accurato inquadramento diagnostico, effettuato tramite colloquio psicologico e psichiatrico, valuto insieme al paziente l’opportunità di intraprendere una terapia psicofarmacologica. Attualmente la maggior parte dei disturbi psichici trova beneficio da una corretta impostazione di terapia farmacologica.
  •  TERAPIA PSICHIATRICA DELL’ ADOLESCENTE
    in alcuni casi selezionati, è indispensabile intraprendere una terapia psicofarmacologica anche nel paziente adolescente; soprattutto quando vi siano importanti alterazioni comportamentali. La terapia farmacologica viene concordata e approvata dalla coppia genitoriale qualora il paziente sia minorenne.
  • PSICOTERAPIA DELL’ ADULTO
    dalla valutazione clinico-diagnostica, può scaturire la necessità di intraprendere un percorso psicoterapico. L‘orientamento è di tipo cognitivo comportamentale con applicazione di metodiche di terza generazione.
  • PSICOTERAPIA DELL’ ADOLESCENTE
    intervento di prima scelta nei disturbi psicologici e psichici dell’adolescente è la psicoterapia. Questa si avvale di un approccio cognitivo comportamentale dopo una prima fase nella quale viene creata una solida alleanza terapeutica, indispensabile nel trattamento dell’ adolescente.
  • TERAPIA DI COPPIA
    iniziale valutazione delle dinamiche all’interno della coppia con individuazione del focus sul quale è necessario lavorare. Terapia colloquiale di coppia atta alla risoluzione dei conflitti.
  • COUNSELING INDIVIDUALE
    identificazione della problematica di base del soggetto con successivi incontri individuali volti al cambiamento dell’approccio al problema con orientamento comportamentale.
  • COUNSELING GENITORIALE
    intervento psicoeducazionale al fine di individuare nei genitori delle strategie e dei comportamenti più funzionali nella vita familiare e nel rapporto con i figli.
  • TERAPIA MOTIVAZIONALE
    colloqui orientati a indurre nell’individuo maggiore consapevolezza delle proprie problematiche al fine di sperimentare reali cambiamenti relazionali, affettivi ed emotivi.Si consiglia quando vi sia una parziale coscienza del disagio psichico.
  • EDUCAZIONE ALIMENTARE
    nei casi di alterazioni del comportamento alimentare quali tendenza alla restrizione o alla perdita di controllo, terapia psicoeducazionale basata su la necessità di impostare una corretta alimentazione con sostegno psicologico integrato.
  • RIABILITAZIONE ALIMENTARE
    nei casi di disturbi alimentari più severi, quando ci sia la possibilità di intervenire a livello ambulatoriale,terapia collaborativa e progressiva di tipo comportamentale per il ripristino di un adeguato equilibrio psico-fisico.